Condividi

michele_di_bariREGGIO CALABRIA. Nella mattinata di ieri, convocata urgentemente nel tardo pomeriggio di venerdì 28 ottobre dal prefetto Michele di Bari, si è tenuta una riunione per la problematica relativa all’accoglienza dei numerosi migranti che giungono in questo territorio.

Alla riunione erano presenti i sindaci della provincia, il presidente dell’Ente Parco dell’Aspromonte, i rappresentanti, delle Caritas diocesane di Reggio Calabria -Bova e di Oppido Mamertina-Palmi, del Coordinamento diocesano, della parrocchia di Sant’Agostino e dell’associazione Casa Reghellin.

L’incontro si è reso necessario per fronteggiare il crescente numero di migranti assegnati a questa provincia in base alle quote regionali.

Questa Prefettura ha dovuto, infatti, in due giorni organizzare contemporaneamente lo sbarco dello scorso 27 ottobre, complesso e difficile anche per la presenza di 12 salme e dei familiari degli stessi che sono stati assistiti da un’equipe di medici psicologi e l’arrivo da altre regioni di oltre 350 migranti da assistere ed alloggiare in strutture di prima accoglienza.

Pertanto, già dalla serata del decorso 28 ottobre, sono stati reperiti diversi posti in strutture ricettive di Melito di Porto Salvo, Villa San Giovanni e sono stati richiesti aumenti di posti anche presso i Centri con cui sono in atto convenzioni per la prima accoglienza (Camini, Varapodio, Caritas Diocesana di Oppido Mamertina per Gambarie) .

Sempre nella tarda serata di venerdì è stata data accoglienza anche a 25 minori stranieri non accompagnati giunti con il citato sbarco del 27 ottobre.

Nella giornata di sabato 29 si è dovuto provvedere alla collocazione di altri 140 migranti arrivati da Crotone e da Trapani e, a tale riguardo, il prefetto nella predetta riunione ha richiesto ai Rappresentanti degli Enti locali di reperire con la massima urgenza delle strutture recettive ed ha soprattutto ribadito la necessità di costituire una rete di accoglienza per fronteggiare in maniera adeguata l’arrivo massiccio dei migranti che non è più un fenomeno emergenziale.

In tale direzione sono state individuate disponibilità immediate nei Comuni di Caulonia, Bagnara, Palizzi, Benestare e in una struttura ubicata all’interno dell’Ente Parco dell’Aspromonte nel territorio di Oppido Mamertina.

Altri sindaci hanno assicurato il loro impegno a ricercare strutture sia per i richiedenti asilo che per i minori stranieri non accompagnati, la gestione dei quali in questa fase è ricaduta quasi completamente sul Comune Capoluogo.

Il prefetto ha sottolineato che l’accoglienza e la solidarietà sono caratteristiche proprie delle popolazioni di questo territorio, elementi indispensabili  per supportare la Prefettura nella complessa gestione del fenomeno migratorio.

 



IMMIGRAZIONE. Prefettura Reggio Calabria: riunione per froteggiare l’emergenza dell’accoglienza ultima modifica: 2016-10-30T07:50:47+00:00 da Redazione Yeslive
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
RISPARMIO. Maxistore Roberto Pronto Casa: saldi dall'arredamento all'abbigliamen...
RICETTE. Pasta alla gricia
ELEZIONI COMUNALI. Circolare prefettizia su norme e adempimenti per il turno str...
CALABRIA. Dal Bacino del Neto partono i “Contratti di Fiume”
LIBRI. "Il Manuale tecnico del portiere di calcio. L'allievo e il maestro&q...
OGGI NEL TEMPO. L'alluvione di Crotone per non dimenticare le vittime e il risch...
TERREMOTO. Forte scossa sismica in Valnerina: magnitudo 5.4, almeno due feriti
HALLOWEEN. Cosenza: la Gdf sequestra tre milioni di maschere e accessori nocivi ...
FORMAZIONE. "Regolamentazione dei mercati finanziari, il caso dell'antirici...
BULLISMO. “Bullie cyber – bulli: chi sono, come difendersi" domani sabato...
STRETTAMENTE PERSONALE. Taurianova, fiaccolata per chiedere chiarezza sulla dram...
LAVORO. Call center, obbligo di iscrizione al Roc del Corecom
AFORISMI FILOSOFICI. La felicità benefica di Platone
MUSICA. “In ogni attimo” ecco il videoclip del nuovo singolo di Mario Nania (VID...
OGGI NEL TEMPO. Scompare a Roma, l'inventore del genere spaghetti-western, Sergi...
FAKE NEWS. Prima di postare, pensa: spot contro bufale e cyberbullismo con gli s...
FAKE NEWS E CYBERBULLISMO. Progetto In rete, ma liberi: i selfie responsabili de...
STRETTAMENTE PERSONALE. Festa della Mamma con le dediche della gente
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

 

 

 

 

 

direttore Emilia Condarelli
editore Cult3.0
registrazione Tribunale RC N°8/2013

MultiIce

All News