Condividi

halloweenL’espansione di gadget e simboli associati alla celebrazione di Halloween, che si celebra la notte del 31 ottobre, è aumentato col trascorrere del tempo ed affonda le sue radici in differenti periodi storici. Passando dall’antica tradizione religiosa della commemorazione dei morti alle candele, alle zucche intagliate, alle bucce di grano, agli paventapasseri, travestimenti, scherzi bizzarri, decori splatter e tutto l’armamentario horror del caso

Per esempio, la tradizione di intagliare le zucche a forma di volti mostruosi o o grotteschi risale alla tradizione di intagliare rape per farne lanterne con cui ricordare le anime bloccate nel Purgatorio, usata tradizionalmente in Irlanda e Scozia. Furono gli immigrati in Nord America ad usare la zucca, che era originaria del posto e quindi disponibile.

La tradizione americana di intagliare zucche risale, invece, alla prima metà dell’Ottocento ed era originariamente associata con il tempo del raccolto, ma venne abbinata ad Halloween verso la seconda metà del Novecento.

Tra le primissime opere su Halloween si possono leggere quelle del poeta scozzese John Mayne, che nel 1780 raccontò gli scherzi di Halloween e le legende soprannaturali associate a quella notte.

Nero, viola e arancione sono i colori tradizionali di questa festa che in chiave moderna ironizza anche sulla morte, il male, l’occulto e i mostri.

È usanza di Halloween che i bambini vadano mascherati di casa in casa, chiedendo dolciumi e caramelle o qualche spicciolo recitando la cantilena “Dolcetto o scherzetto?”.

“Trick or treat” (dolcetto o scherzetto) in realtà significa anche “sacrificio o maledizione”.

La pratica di mascherarsi risale al Medioevo e si rifà alla pratica tardomedievale dell’elemosina, quando la gente povera mendicava di porta a porta nel giorno di Ognissanti e riceveva cibo in cambio di preghiere per i morti nel giorno della Commemorazione dei defunti Le prime tracce id questa pratica si registrano in Irlanda e Gran Bretagna, ma anche in Sud Italia. Infatti, Shakespeare ne parla ne “I due gentiluomini di Verona”, quando Speed accusa il suo maestro di “lagnarsi come un mendicante a Hallowmas (Halloween)”.



FOLKLORE. Il simbolismo di Holloween nei tempi ultima modifica: 2016-10-23T14:33:03+00:00 da Redazione Yeslive
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
SANITA'. Nuovo ospedale della Piana. Oliverio: “Martedì 11 ottobre firma del pro...
SPORT. Finanziamento Coni per la palestra di Archi, Falcomatà: "Su impianti...
CRONACA. Operazione Blody money: la Gdf di Catania arresta 5 persone tra imprend...
ARCHEOLOGIA. L'ipotesi dello studioso Mario Paturzo sul ritrovamento di Piazza G...
SPETTACOLI. Tutta colpa della televisione: sabato al Cilea il live del comico Ge...
TERREMOTO.
ACI. Rocco Farfaglia nominato delegato nazionale al Consiglio Automobil club Ita...
CALABRIA. La Giunta regionale ha approvato il Documento di economia e finanza de...
FESTA UNITA'. La prefettura comunica gli appuntamenti celebrativi del 4 novembre...
REFERENUDM. Comitato Democrazia e Costituzione: informazioni di voto per i citt...
RISCHIO IDROGEOLOGICO. Rossano, un progetto da 1,2 mln di euro: partenariato tra...
MALTRATTAMENTI SU MINORI. Il sindaco Giuseppe Falcomatà: «Tolleranza zero per ch...
STRETTAMENTE PERSONALE. I live di Eliana Cargnelutti e degli X-Jam al Tropea Blu...
ERBORISTERIA. Malva silvestrys L: la pianta che trattiene l'idratazione della pe...
AFORISMI FILOSOFICI. Il mondo nel pensiero di Martin Heiddegger
OGGI NEL TEMPO. Viene annunciata la costruzione del tunnel tra le sponde della M...
CITTA'. Progetto da 5 milioni nel Pon Inclusione per il sostegno alle famiglie d...
STRETTAMENTE PERSONALE. Al Circolo del tennis Rocco Polimeni, la presentazione d...
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

 

 

 

 

 

direttore Emilia Condarelli
editore Cult3.0
registrazione Tribunale RC N°8/2013

MultiIce

All News