Condividi

Nell’aprile del 1990 «Tracce Mediterranee» era il titolo di un gruppo di artisti del quale facevano parte allievi ed ex-allievi dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, coordinato da Piera Angela Cutrì.

Il primo contatto ufficiale col pubblico, con gli intenditori e con la critica avvenne a Gioia Tauro nella sede della Biblioteca Comunale.

In seguito la mostra diventò itinerante e toccò varie tappe tra cui: Reggio Calabria, Tropea e Milano.

L’evento era rappresentato da una locandina, realizzata da Piera Angela Cutrì, nella quale era raffigurato un tempio greco spezzato, a tre colonne doriche, ispirato allo stile del tempio classico, il Partenone.

Oggi quel titolo e quei concetti culturali vengono ripresi per riformulare in modo attuale quell’ espressione ed il segno che «Tracce Mediterranee» voleva rappresentare.

La mostra attuale, «Tracce mediterranee», è finalizzata alla promozione della creatività nell’arte contemporanea e si propone di favorire occasioni di confronto nell’ambito culturale e di diffondere la conoscenza e la valorizzazione dei processi di cambiamento in atto nella nostra società. La mostra mira, inoltre, a dare vita a un approfondimento conoscitivo dell’arte contemporanea, in una logica di scambio tra culture diverse e successivamente di promozione di giovani talenti.

Gli artisti che apriranno il passaggio saranno artisti provenienti da diverse parti d’Italia, che fanno parte dell’Associazione «Ritrovarsi nell’Archetipo».

Successivamente si prevedono altri itinerari che, muovendo dalla stessa tematica, possano allargare l’esperienza con l’inserimento di altri artisti, soprattutto giovani, del territorio e non.

Ciascun artista è ammesso con tre opere.

A corredo della mostra sarà pubblicato un catalogo, con alcuni saggi critici, e le biografie degli artisti.

La mostra che oggi noi proponiamo al Castello Aragonese che sarà inaugurata l’8 maggio 2017 alle ore 17.00 è una preziosa rassegna artistica ad opera di talenti della provincia calabrese nonché dell’intero territorio nazionale.

Il nostro intento è quello di raggiungere un prezioso traguardo culturale, sperando che la sua eco conquisti confini molto vasti nel tempo.

Gli artisti che parteciperanno alla mostra sono: Fabrizio Atteritano, Xante Battaglia, Piera Angela Cutrì De Maio, Mimma Galluso, Domenico Ghin, Rosario La Seta, Alfredo Macrì, Séraphin Magnoli, Angela Mauro, Paola Militano, Antonio Ravese, Giuliano Zucco.



EVENTI. Al castello Aragonese in mostra le Tracce mediterranee dell’associazione Ritrovarsi nell’Archetipo ultima modifica: 2017-05-04T07:07:10+00:00 da Redazione Yeslive
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
LIBRI. Dalla Calabria alle Langhe. Il combattente Malerba racconta la sua lotta ...
LAVORO. Reggio, vertenza Sgs: riunione in prefettura
IMMIGRAZIONE. Nuovo sbarco a Corigliano: 3 morti, 50 minori e 8 donne
PETIZIONE. “RiqualifichiAMO Reggio”: emergenza sicurezza a Sant’Anna. La denunci...
SPORT. Il piccolo calabrese Danilo Misuraca campione d'Italia di pattinaggio fre...
CRONACA. Un arresto per detenzione illegale di armi a Reggio Calabria
POLITICA. Incontro a Rosarno con il ministro Martina e il presidente Oliverio
AEROPORTO DELLO STRETTO. Ivan Tripodi (Pci): "Alitalia lascia e Falcomatà t...
UNIVERSITA'. Reggio, ad Agraria seminario "I beni confiscati alla 'ndranghe...
'NDRANGHETA. Sequestrati beni per un valore di 50 milioni di euro
COMMERCIO. Reggio Calabria, ultimati i lavori per il nuovo mercato ittico
COMMEMORAZIONI. San Luca: il prefetto Michele di Bari ricorda il brigadiere Carm...
OGGI NEL TEMPO. Muore il navigatore e cartografico Amerigo Vespucci
FOCUS 'NDRANGHETA. Droga: 3 persone arrestate dai carabinieri (VIDEO)
LEGAMBIENTE. Al via la Corrireggio 2017: "Il filo che cuce la città invisib...
OGGI NEL TEMPO. Il tricolore sventola per la prima volta, sul monte l'Everest, l...
CRONACA. Sorprende dei giovani in parrocchia, malmenato il parroco don Giorgio C...
SPORT E SALUTE. Prevenzione diabete: il campo Coni di Reggio Calabria ospita man...
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

 

 

 

 

 

direttore Emilia Condarelli
editore Cult3.0
registrazione Tribunale RC N°8/2013

MultiIce

All News