Condividi

polizia-ferroviariaROSARNO –  A conclusione di articolate indagini di Polizia Giudiziaria, nella giornata del 28 novembre, personale delle Squadre Giudiziaria ed Informativa della Polizia Ferroviaria, procedeva a perquisizione locale e sequestro di cose pertinenti al reato all’interno del Bar “Buffet” della Stazione ferroviaria di Rosarno.

L’operazione scaturiva da una anomala coincidenza rilevata da diversi Capi-treno. Giorni addietro, due viaggiatori, trovandosi a bordo dello stesso treno regionale, all’atto del controllo del titolo di viaggio, esibivano al Capo-treno i rispettivi biglietti, emessi dal circuito Sisal, perfettamente identici in ogni parte, ossia aventi la stessa fattura cartacea, identici codice identificativo, tratta ferroviaria, codice dell’apparecchiatura Sisal emittente.

Rilevando l’anomalia a mezzo del tablet di servizio, lo stesso Capo-treno procedeva al ritiro dei due biglietti, elevando sanzione amministrativa a carico dei due ignari passeggeri che, strenuamente, continuavano ad asserire di aver acquistato regolarmente il biglietto presso il Bar “Buffet” della Stazione ferroviaria di Rosarno, come erano soliti fare. A riprova della motivata buona fede, uno dei due viaggiatori formalizzava regolare denuncia di quanto accaduto presso gli Uffici della Polizia Ferroviaria.

Gli accertamenti scaturiti dalla strana coincidenza consentivano di acclarare che anche altri Capi-treno, in diverse circostanze, avevano rilevato analoghe anomalie dal controllo dei titoli di viaggio emessi dalla stessa biglietteria, procedendo, in tali casi, secondo Regolamento ferroviario. A seguito della perquisizione delegata dalla Autorità Giudiziaria competente, veniva sottoposta a sequestro la macchinetta del circuito Sisal, attraverso la quale erano stati emessi i titoli di viaggio in argomento. Accertando, pertanto, la truffa aggravata e continuata, il personale della Polizia Ferroviaria procedeva al deferimento in stato di libertà del titolare dell’esercizio commerciale, B.T. classe 1953, e del socio, M.G.B. classe 1955.



CRONACA. Vendeva biglietti contraffatti, denunciato il titolare del bar “Buffet” della stazione ferroviaria di Rosarno ultima modifica: 2016-12-02T20:08:55+00:00 da Redazione Yeslive
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
AMBIENTE. Partiti da Roghudi e Santo Stefano gli eco-laboratori "Creativame...
CULTURA. Il punto di vista delle donne che scrivono sulla scrittura al femminile...
AEROPORTI. Sogas i chiarimenti del liquidatore Femia. Giovedì prossimo incontro ...
REFERENDUM. L'analisi del filosofo Gianfranco Cordì
ACQUA. Reggio Calabria, domani disservizi idrici nelle zone di San Sperato e Mod...
SANITA'. Reggio, Laganà (AN): "Astuta mossa di management sanitario metropo...
OPERAZIONE LEX. I dettagli dell'indagine della Dda sulle cosche Ferrentino-Chind...
OGGI NEL TEMPO. Giovanni Paolo II parla a Montecitorio
CENTRI PER L'IMPIEGO. Raffa scrive a Oliverio e Roccisano: ""Bloccare ...
ALLERTA METEO. Il sindaco Falcomatà dispone la chiusura di tutte le scuole avent...
SHOPPING. Roberto pronto casa: qualità e cortesia al servizio del tuo risparmio ...
INIZIATIVE. Reggio: Natale illuminato grazie al contributo dei commercianti del ...
SANITA'. Oliverio scrive a Scura: "Provvedimenti illegittimi chiedo che ven...
FILOSOFIA. "Carl Schmitt, un giurista a Norimberga: criminale di guerra o e...
CITTA'. Il comune assumerà un direttore generale: il sindaco "Rafforziamo e...
CRONACA. Operazione antidroga "Progetto Pusher" della Polizia di Stato...
TURISMO. Camera di commercio: promozione e valorizzazione dell’offerta turistica...
ARTE. Anche i disegni di Guttuso nella pinacoteca di palazzo Mastromarchi a Sara...
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

 

 

 

 

 

direttore Emilia Condarelli
editore Cult3.0
registrazione Tribunale RC N°8/2013

MultiIce

All News