Condividi

img-01BAGNARA CALABRA – Nella nottata del 3 ottobre 2016, in Bagnara Calabra (RC), i Carabinieri della locale Stazione, unitamente a quelli dello “Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria”, nell’ambito di mirati servizi tesi all’attività di contrasto alla produzione e traffico di sostanze stupefacenti, a conclusione di prolungato servizio di osservazione, hanno rinvenuto nella frazione Ceramida di quel comune una piantagione di “canapa indana”, composta da nr. 397 piante, di altezza media di metri 3,00 circa ed, a seguito di perquisizione all’interno di un casolare ivi ubicato, hanno colto nella flagranza dei reati di coltivazione, produzione e detenzione di sostanze stupefacenti:delfino-mariano-cl-87

  • VIOLI Francesco, di anni 39, celibe, nullafacente, già noto alle FF.OO.;
  • DELFINO Mariano, di anni 29, coniugato, nullafacente, già noto alle FF.OO.;
  • DELFINO Rocco Graziano, di anni 30, coniugato, nullafacente, già noto alle FF.OO.;
  • C., di anni 28, celibe, nullafacente;
  • Un diciassettenne;

alessandro_bevilacquaNello specifico i Carabinieri, agli ordini del Capitano Giuliano Carulli, Comandante della Compagnia Carabinieri di Villa San Giovanni, a seguito della perquisizione, li sorprendevano mentre erano intenti ad essiccare e a tritare sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, per un totale di kg 30 (trenta) circa pronta per essere immessa sul mercato.

L’intera piantagione, a seguito di campionatura per successivi accertamenti di laboratorio, veniva estirpata e distrutta, mentre la sostanza stupefacente, già in essiccazione, veniva sottoposta a sequestro.

Prevenuti, tutti tratti in arresto, al termine delle incombenze di rito, venivano associati presso la casa circondariale di Reggio Calabria “Arghillà”, ad eccezione del minore che veniva, invece, condotto presso la propria abitazione, in regime arresti domiciliari, tutti in attesa del giudizio direttissimo.

violi-francesco-cl-77

delfino-rocco-graziano-cl-86

L’ennesimo rinvenimento di elevati quantitativi di droga e piantagioni nell’area di Bagnara Calabra, conferma come quest’area del reggino sia florido crocevia di interessi delittuosi connessi alla produzione e traffico di sostanze stupefacenti.



CRONACA. Piantagione di canapa indiana: arresti a Bagnara Calabra ultima modifica: 2016-10-05T09:06:12+00:00 da Redazione Yeslive
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
LIBRI. "Il Manuale tecnico del portiere di calcio. L'allievo e il maestro&q...
CULTURA. E' morto il "giullare" Dario Fò
OPERAZIONE CONFINE 2. L'inchiesta avviata dopo l'omicidio Ruga e la distruzione ...
CRONACA. Due arresti per spaccio
REGGIO CALABRIA. Il consigliere comunale Castorina e la vicepresidente della Com...
SCUOLA. Conversazione con il professor Tito Lucrezio Rizzo al liceo Campanella d...
OGGI NEL TEMPO. Il Vaticano riabilita lo scienziato Galileo Galilei
TV. Strettamente personale a Piazza Esperia: da lunedì 14 la III edizione del po...
CREAZIONI SARTORIALI. Dal Manichino d’oro al mondo: una storia di talento made i...
CRONACA. Scoperta piantagione canapa indiana a Cosenza: sequestrate piante, arre...
REFERENDUM. La prefettura di Reggio Calabria rende note le modalità di voto per ...
MALTEMPO. La Provincia reggina al lavoro per garantire la percorribilità delle s...
STRETTAMENTE PERSONALE. La XV mostra d'arte presepiale nella chiesa di S. Marta ...
COMUNE. La commissione Politiche Sociali e del Lavoro del comune di Reggio Calab...
BASKET. Nuovo raduno giovanile: si gioca a Crotone
CRONACA. Locride, controlli dei carabinieri: un arresto
OPERAZIONE PROVVIDENZA 2. Particolari, nomi degli arrestati e intercettazioni (V...
INFORMAZIONE. In rete, ma liberi: contrasto delle fake news: il primo progetto i...
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

 

 

 

 

 

direttore Emilia Condarelli
editore Cult3.0
registrazione Tribunale RC N°8/2013

MultiIce

All News