Condividi

GIOIA TAURO – Nel corso dell’ultimo weekend i carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, diretti dal tenente Gabriele Lombardo, nell’ambito dei normali servizi di controllo del territorio, hanno arrestato complessivamente tre persone.

In particolare: nella giornata di domenica 02 aprile, a Gioia Tauro, presso lo stadio comunale, i militari della locale Stazione Carabinieri, nel corso servizio di un servizio di ordine pubblico in occasione dell’incontro di calcio “Real Gioia Tauro – USD Mammola”, valevole per il campionato di prima categoria girone D, anno 2016/2017, traevano in arresto, in flagranza di reato, Patamia Antonino, trentaseienne del luogo, perché, sebbene in atto gravato da “divieto di accesso alle manifestazioni sportive” (daspo) emesso dal questore di Reggio Calabria il 10 dicembre 2014 per la durata di 03 (tre) anni, veniva riconosciuto dai militari operanti all’interno degli spogliatoi, in completa tenuta ginnica e pronto per giocare la partita.

Pertanto i Carabinieri, sapendo che lo stesso fosse gravato da Daspo, lo bloccavano immediatamente e lo conducevano presso la locale Caserma ove veniva dichiarato in arresto per aver violato il provvedimento del Daspo cui era sottoposto.

L’arrestato, ultimate le formalità di rito, veniva tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo che avrà luogo nella giornata di oggi presso il Tribunale di Palmi.

Nella notte di ieri 3 aprile, a San Ferdinando (RC), in località marina di Rosarno, i militari della locale Stazione Carabinieri, nel corso di una normale pattuglia notturna, traevano in arresto, in flagranza di reato, Saffioti Filippo Alessandro, ventinovenne del luogo, e Ventre Giuseppe, di ventisei anni, perché resisi responsabili di furto aggravato in concorso.

Nello specifico i due venivano intercettati a bordo di una Fiat Panda con all’interno nr. 22 infissi in alluminio risultati asportati poco prima da villaggio “La Ginestra” di Nicotera Marina (VV).

Il materiale provento di furto veniva sottoposto a sequestro in attesa della successiva restituzione all’avente diritto.

Gli arrestati, ultimate le formalità di rito, sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo a disposizione dell’autorità giudiziaria competente.



CRONACA. Monitoraggio e controllo del territorio: i carabinieri arrestano 3 persone (VIDEO) ultima modifica: 2017-04-04T10:10:12+00:00 da Redazione Yeslive
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
FOTO. Mediterraneo Festival Corto di Diamante (Gallery 1)
CRONACA. In manette il superlatitante di San Luca, Antonio Pelle
CULTURA. Reggio Calabria, l'Atam consegna le borse di studio ai primi della clas...
CRONACA. Sassi contro le auto: arrestato cittadino rumeno
LEGALITA': Il presidente del Consiglio regionale calabrese sulla manifestazione ...
ACQUA. Reggio Calabria, domani disservizi idrici nelle zone di San Sperato e Mod...
STRETTAMENTE PERSONALE. L'inaugurazione del Marrelli Hospital Radiology & Th...
CRONACA. Ritrovato il cercatore di funghi smarritosi in Aspromonte
TV. Strettamente personale a Piazza Esperia: da lunedì 14 la III edizione del po...
CREAZIONI SARTORIALI. Dal Manichino d’oro al mondo: una storia di talento made i...
REFERENDUM. Si diffondono i tavoli di confronto sulle motivazioni di voto
EVENTI. "Oltre Roma": la mostra e il libro d’artista che raccontano l...
SANITA'. La Calabria si ribella alla migrazione: una petizione per il Marrelli H...
MALTEMPO. Precipitazioni nevose nel reggino, continua l'attività dell'Unità di c...
FORMAZIONE. All'Università Mediterranea di Reggio Calabria, il ciclo di seminari...
OPERAZIONE PROVVIDENZA 2. L'elenco dettagliato degli arrestati
TOPONOMASTICA. Lunedi 24 aprile l'intitolazione ufficiale del Lungomare di Pella...
OGGI NEL TEMPO. L'Assemblea degli azionisti FIAT, elegge Gianni Agnelli nuovo pr...
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

 

 

 

 

 

direttore Emilia Condarelli
editore Cult3.0
registrazione Tribunale RC N°8/2013

MultiIce

All News