Condividi

REGGIO CALABRIA – A conclusione di serrate indagini coordinate dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, dott. Federico Cafiero de Raho, e dal procuratore aggiunto, dott. Gerardo Dominijanni, nella giornata odierna la Squadra mobile di Reggio Calabria ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di Di Stefano Giovanni cl’ 79, ritenuto gravemente indiziato del reato di estorsione e di tentata violenza privata.

Le indagini sono partite in seguito alla denuncia di una delle vittime delle estorsioni perpetrate dall’indagato.

Egli era solito prostituirsi con uomini in una struttura ricettiva ubicata nel pieno centro della città di Reggio Calabria, concordando telefonicamente gli appuntamenti con i suoi clienti.
Le sue prestazioni erano di solito pubblicizzate in annunci presenti on line su siti per incontri.

Il Di Stefano aveva messo a punto una strategia per carpire informazioni private sugli uomini che lo contattavano, per poi utilizzarle per minacciare i malcapitati.

Infatti, egli estorceva denaro sotto la minaccia di rendere pubblico il fatto che le vittime si erano relazionate con un transessuale, dicendo loro che avrebbe pubblicato screen shot su Facebook con raffigurati i numeri delle utenze cellulari delle vittime, per dimostrarne l’avvenuto contatto, oppure minacciandoli di svelare il tutto ai loro parenti e conoscenti.

Le somme di denaro di solito richieste ammontavano a € 50,00.
L’uomo, nel mese di ottobre dell’anno scorso, veniva tratto in arresto in flagranza di reato e sottoposto ai domiciliari presso la sua abitazione sita in Catania.

Durante la misura cautelare, però, lo stesso ha continuato ad intrattenere contatti telefonici in violazione delle prescrizioni di legge a lui imposte.

Tutto questo non è sfuggito agli investigatori della Squadra Mobile reggina, che hanno sviluppato indagini tese a far luce sui singoli episodi estorsivi e di tentata violenza privata.

Gli elementi acquisiti hanno permesso di ricostruire un robusto impianto accusatorio nei confronti dell’uomo, determinando il G.I.P. ad accogliere la richiesta di misura cautelare in carcere a carico dell’indagato.

L’esecuzione del provvedimento cautelare restrittivo è stata delegata alla Squadra mobile reggina, che si è avvalsa della collaborazione della Squadra mobile di Catania per catturare l’uomo e portarlo nel carcere della città etnea, dove attualmente si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria.



CRONACA. Gigolò catanese ricattava i clienti reggini: arrestato ultima modifica: 2017-03-02T12:02:32+00:00 da Redazione Yeslive
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
REGGIO CALABRIA. Il sindaco Giuseppe Falcomatà commemora Antonio Franco. Allesti...
CINEMA - L’attore calabrese Walter Cordopatri atteso al Maxxi di Roma in occasio...
IMMIGRAZIONE.Cosenza, le immagini della protesta dei cittadini di Mandatoriccio ...
REFERENDUM. Massimo D’Alema e il capogruppo “La Sinistra” Giovanni Nucera sul Re...
UNIVERSITA'. Open day Dipartimento di Architettura e Territorio della Mediterran...
ECONOMIA. CapriStartup: protagonisti i giovani imprenditori reggini
TERREMOTO. Nuova forte scossa alle 20 e 30 nell'Italia centrale: magnitudo 4.0
TRAGHETTI. Villa S.Giovanni, Musolino (NcS) plaude al progetto del molo a Pentim...
POLITICA. Reggio Calabria, Raffa: "No alla campagna elettorale perpetua, pr...
NATALE. Dall'intesa comune di Reggio Calabria ed ente Parco Nazionale d'Aspromon...
EVENTI. “Pronto il progetto dei Mercatini di Natale” del Comitato Corso Sud
AFORISMI FILOSOFICI. La notorietà per Epicuro
FORMAZIONE. Centro studi Alkmeon: corso di endodonzia su casi semplici, compless...
COISP CALABRIA. VII Congresso regionale Giuseppe Brugnano confermato segretario...
FOTOGALLERY. In rete, ma liberi: la dolce presenza di pasticceri e gelatieri del...
COMUNI. Al sindaco di Reggio Calabria il premio “Legalità Sempre” del Comune di ...
AGGRESSIONE DON COSTANTINO. Mns esprime solidarietà e stigmatizza "la grave...
AEROPORTO DELLO STRETTO. Mns: "Reggio porge l'altra guancia all'ennesimo sc...
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

 

 

 

 

 

direttore Emilia Condarelli
editore Cult3.0
registrazione Tribunale RC N°8/2013

MultiIce

All News