Condividi

di FARIDA CRISEO

A chi giova commissariare il territorio grecanico? Chi ha paura della democrazia? Dopo quanto successo, dopo l’ennesima tornata di scioglimenti di interi consigli comunali calabresi, la domanda è lecita e necessaria.

È un atto dovuto nei confronti di migliaia di cittadini privati di un diritto fondamentale: il voto.

Perché lo scioglimento del consiglio comunale di Bova Marina per infiltrazioni mafiose è l’ultimo sfregio alla comunità del paese grecanico.

Ed è uno sfregio sferrato dalla ndrangheta e dallo Stato, contemporaneamente.

Condannare un’intera comunità al silenzio, alla sfiancante dittatura della burocrazia è un atto gravissimo, vigliacco, incapace di dare prospettive al territorio, di darla ai suoi abitanti resistenti.

Priva le intere generazioni costrette ad emigrare per inseguire un sogno di onestà, quanto meno verso se stessi, della gioia del ritorno a casa, del sapore di una nostalgia fattiva che prelude l’abbraccio della comunità. Di chi è rimasto e di chi ritorna.

È ancora viva e forte l’immagine desolante delle estati prive di colori, organizzate come un compitino quasi sufficiente dell’ultima terna commissariale, soltanto qualche anno fa.

Allorquando chi cercava un interlocutore trovava l’arroganza della Stato: autoreferenziale, tronfio. Una follia in un territorio in cui l’antistato garantisce l’ascolto.

Ieri si è assistito alla triste rappresentazione dell’assurdo: lo Stato che ha paura di se stesso, della sua stessa linfa vitale, che sfiducia i suoi cittadini e, dunque, rimane aggrovigliato in una triste e pericolosa ricerca di identità. Lo Stato incapace di riconoscere se stesso nei suoi cittadini, che si pone come altro, come altrove.

La sintesi di questa dicotomia assurda, che vede Stato e antistato sullo stesso piano, sono i cittadini, i quali, questa volta, non possono subire impotenti.

È un atto dovuto nei confronti di chi è rimasto, delle madri e dei padri che conducono la loro esistenza lontano dai figli per un atto di fiducia nei confronti della propria terra, nei confronti di chi è partito ed ha il diritto di tornare a casa per abbracciare la sua comunità ed i suoi rappresentanti, nei confronti di chi non c’è più, ma non ha abbandonato i propri luoghi, nei confronti di chi è rimasto e resiste e combatte quotidianamente la sua rivoluzione.

Nei confronti di quel mare che non perde la dignità della bellezza.

Bova Marina non può, e non deve, perdere la dignità della sua bellezza, della sua storia, dei legami che sono vita, non può più accogliere in un rassegnato bianco e nero, non può subire in modo inerme un’ingiustizia che cancella lo spazio ed il tempo e costringe ad un eterno presente.
Pame glìgora!



CALABRIA. “I commissariamenti dei Comuni uno sfregio sferrato dalla ndrangheta e dallo Stato, contemporaneamente” ultima modifica: 2017-05-12T16:07:14+00:00 da Redazione Yeslive
POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE
FOTO. Mediterraneo Festival Corto di Diamante (Gallery 5)
VOLONTARIATO. Il responsabile della Protezione civile regionale Tansi sul nuovo ...
MUSICA. Notte Battente in concerto a S. Donato di Ninea
SINDACATO. Snalv e Fna si incontrano a Tropea per parlare del ruolo dei sindacat...
CINEMA - L’attore calabrese Walter Cordopatri atteso al Maxxi di Roma in occasio...
REFERENDUM. Il filosofo Gianfranco Cordì: "I perchè del sì"
LEGALITA'. “La Calabria dice no alla violenza contro le donne”. Missione della d...
ANTIVIOLENZA. Il governatore Oliverio al tribunale di Castrovillari per l'inaugu...
SANITA'. I dipendenti del Marrelli Hospital incontrano i sindacati
STRETTAMENTE PERSONALE. Il festival del torrone a Taurianova
INFORMAZIONE. Marrelli conferma le dichiarazioni del giornalista Mollo negli ar...
ECONOMIA. Industria 4.0: l'innovazione passa dalla quarta rivoluzione industrial...
CRONACA. A Melito Porto Salvo i carabinieri scoprono munizionamento
SCUOLA. "Erano tempi bui": poesia di due studentesse dell’Istituto “G....
IMMIGRAZIONE. Calabria: 4.156 i migranti salvati in 33 operazioni di soccorso da...
OGGI NEL TEMPO. Il giocatore di football O. J. Simpson è accusato di duplice omi...
STRETTAMENTE PERSONALE. A Gioia Tauro, per scoprire i percorsi della geofilosofi...
SPORT. Minibasket: al PalaCalafiore grande seguito per il Clinic nazionale
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

 

 

 

 

 

 

direttore Emilia Condarelli
editore Cult3.0
registrazione Tribunale RC N°8/2013

MultiIce

All News